Followers

giovedì 9 gennaio 2014

Le madri di figli unici non sono madri di serie B


Si sa che noi donne, tra di noi, sappiamo essere amiche amorevoli e fidate così come nemiche temibili e crudeli.
Ma non mi abituerò mai al dispiacere che sento quando vedo questa sorta di "violenza gratuita" da parte di altre donne, mamme per giunta, in grado di capire perfettamente alcuni meccanismi e di farli propri al fine di ferire altre madri, proprio li, in quel punto remoto della sensibilità, che nessun uomo saprebbe mai toccare tanto abilmente. 
In questo periodo è toccato anche a me sentirmi dire:"tu non puoi capire perchè tu ne hai uno solo"
"Dammi retta che io ne ho 2, lo so io quello che passo"
Fatemi capire: Cos'è che non posso capire?
I rapporti tra fratelli? Le gelosie? Le dinamiche e i meccanismi?
Peccato che prima di essere madre sarei anche figlia. Con tanto di fratelli e sorelle.
Il fatto di avere un solo figlio mi rende una madre di serie B?
E se non fosse una scelta? 
Ma no. continuiamo a farci male tra di noi.
Continuiamo a fare le vittime devote dei figli.
Sindacare sui figli degli altri è sempre molto facile. Mio figlio è unico ma non è solo.
Le attenzioni di sua madre e di suo padre sono tutte per lui. 
E questo è un grande dono. Certo che poi, da sorella, so quanto sia importante il rapporto tra fratelli. Ma non mi sembra che i figli unici muoiano di solitudine. O siano meno brillanti. O abbiano difficoltà.
A volte fa fatica a condividere. E' abituato ai discorsi fra adulti. E tutte le attenzioni della famiglia sono concentrate sui suoi bisogni. Questo non ne fa di certo un bambino poco equilibrato, poco socievole o viziato (ammesso e non concesso che quello che a te sembra un vizio per me non lo sia affatto. e se no da fastidio a me a te cosa importa?).
Forse è un pò capriccioso, ancora non completamente autonomo su tanti aspetti (ha imparato da poco a vestirsi da solo, per dire)
Ma non ho scelta. Matteo è un figlio unico e lo sarà per tutta la vita.
Io me ne sono fatta una ragione.
Perchè gli altri no?

Ditemi se succede anche a voi, madri di figli unici.

 

8 commenti:

  1. E' una sorta di samsara! Se sei single ti crocifiggono perchè ti perdi la condivisione del matrimonio, se non hai figli "non puoi capire" perchè non sei mamma e quando ne hai uno (e oggi ci meriteremmo comunque una coppa con medaglia al valor civile, vista la situazione), le frasi ricorrenti sono: ah, che peccato, ma perchè non ne hai fatto un'altro? Ma tuo figlio non te l'ha mai chiesto un fratellino o una sorellina? oppure "certe cose le vivi e le capisci solo se ne hai almeno due". Dunque io mi sono arresa e quasi mi dispiace davvero per chi continua a far di queste battute, dietro ad ogni famiglia o persona ci sono a volte scelte, difficili, a volte casi del destino, ma comunque siamo sempre donne e mamme e non c'è pressocchè nulla che non possiamo comprendere e soprattutto i nostri figli non sono nè più viziati nè più soli (beh il mio ormai è ventenne ma pur sempre unico)!

    RispondiElimina
  2. penso che ognuno abbia diritto di creare la famiglia che desidera, così come la desidera. se il tuo sogno è avere tanti figli e fare la casalinga (purtroppo in Italia le famiglie numerose con mamma che lavora sono più uniche che rare), buon per te; se preferisci averne solo uno per tutti i motivi che ti pare, fosse anche perchè non hai voglia di ricominciare a cambiare i pannolini, va anche benissimo. molto spesso poi questa non è nemmeno una scelta, e comunque sia non sono affari nostri. così come non lo sono se uno di figli non ne ha affatto. questa idea di diventare martiri della sacra famiglia e questa sacralizzazione del ruolo di madre rientra in quella mentalità maschilista che purtroppo molte donne ancora portano fieramente avanti che la donna si realizza solo nella famiglia e più si sottomette a marito e figli e meglio è, più soffre durante il parto e più si sente realizzata, così si sente importante per la società, l'eroina moderna e non pretende invece di avere altri ruoli, per esempio nel mondo del lavoro. e il problema è che siamo davvero ancora in poche ad averlo capito.

    RispondiElimina
  3. Più che altro che, come dici tu, la gente è contenta di farsi gli affari degli altri e soprattutto di criticare e fare del male al prossimo.
    Io ho due figli perché ho scelto di averne due, ne ho avuto la possibilità e ho la fortuna. Conosco madri di figli unici e madri che hanno 3-4 figli anche di età ravvicinate. Ognuno ha diritto di fare le proprie scelte, e comunque a volte non sono scelte ma è la vita che ha deciso così. Sicuramente bisognerebbe che ognuno guardasse in casa propria prima di fare confronti e critiche agli altri.
    Come dice una mia amica, se non conosci bene una persona non puoi giudicare.
    Come diceva Dante "non ti curar di loro ma guarda e passa". Non è sicuramente il fatto di avere o non avere fratelli che rende un bambino socievole, viziato, capriccioso, ecc.

    RispondiElimina
  4. cara, anche Leo è un figlio unico e, a meno che non intervenga lo Spirito Santo, tale resterà. Io non me ne sono ancora fatta una ragione fino in fondo. Sono felice e ogogliosa del mio singolo ometto di casa!
    Sono nella tua stessa situazione e in quanto "figlia con sorella" mi spiace un pochino non poter offrire a Leo l'opportunità di un fratellino/a, ma tant'è. Tra l'altro lui è super socievole e io cerco di incoraggiarlo in tal senso. Cerco di non viziarlo, ma un po di attenzioni in piu non hanno mai ucciso nessuno (anzi!).
    Un abbraccio a te, meravigliosa MONO-MAMMA :-)
    www.giokaconleo.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. rispondo alla tua domanda: perchè per le altre mamme è più facile dare giudizi sugli altri che guardare in "casa" propria....nel mio caso mi sento spesso dire: anche io è come se avessi due gemelli...i miei figli hanno pochi mesi di differenza....ora voglio dire ognuno ha la sua propria vita, è normale parlare tra mamme e confidarsi poi se si ha la fortuna di trovare una mamma "amica" ancora meglio, ma purtroppo c'è tanta gente in giro che invece è invidiosa...sembra brutto dirlo ma diciamo non riesce a godere delle gioie altrui....peggio per loro noi siamo mamme e non esistono quelle di serie a o serie b o forse si se rapportato al tipo di attenzione che hanno verso i figli (tu meriteresti A +++++++++++) baci

    p.s. ho regalato il tuo libro ad una mia amica che ha appena partorito...gli ho detto che sei una persona speciale e per questo il tuo libro vale tanto....lo sta divorando,,, :)

    RispondiElimina
  6. Un abbraccione: "non ti curar di loro guarda e passa!"

    RispondiElimina
  7. ciao cara,
    purtroppo ne ho sofferto per anni, domande ed affermazioni di questo tipo mi hanno davvero torturato .. perché come nel mio caso non è stata una scelta!!!
    Anni di visite, cure, delusioni ... ed altro erano innaffiate dalle solite frasi di rito che ovviamente erano coltellate a cuore aperto .... ora visto i miei 46 anni sono finalmente esentata dal sentir tali ......... ate
    bisous

    RispondiElimina