Followers

mercoledì 15 giugno 2011

Quando le cinture di sicurezza ti salvano la vita

Mi fanno tanto incazzare i genitori che non impongono di indossare le cinture di sicurezza in auto ai bambini. Mi fanno incazzare quando li vedo in auto, col cellulare in mano, mentre i bambini  mi salutano dal sedile posteriore. Mi fanno incazzare perchè io sono una di quelle "sfortunate", una di quelle che se è qui a scrivere, oggi, lo deve proprio all'utilizzo smodato delle cinture di sicurezza.
Perchè io l'incidente l'ho avuto e sono stata in ospedale 2 mesi e ho fatto riabilitazione e so cosa voglia dire quando la tua auto viene urtata da un altra, a 140 km orari, fa 2 giri su se stessa e si ferma, miracolosamente, su un guard rail. Io lo so cosa vuol dire avere il terrore di perdere qualcuno perchè accanto a me c'era Andrea, il mio compagno...quando sono venute le ambulanze a prenderci io non ho saputo più nulla di lui per 2 interminabili ore. Ma ce la siamo cavata. Io con fratture multiple a bacino e osso sacro e un trauma del nervo sciatico, a lui è scoppiato un femore...tutte le mie fratture sono dovute alla compressione della parte bassa della cintura di sicurezza. Pensate alla violenza dell'urto.
Quando è nato Matteo non mi sono mai sognata, nemmeno per un istante, di lasciarlo nella carrozzina, nell'ovetto, nel seggiolino senza protezioni. Il rischio che si corre equivale ad andare al mare, prendere il largo e buttare il bimbo in acqua, senza ciambella, è come andare allo zoo e gettarlo nella gabbia dei leoni. Voi lo fareste affacciare al finestrino di un treno in corsa?
Io non capisco per quale scriteriato motivo questi genitori non si rendano conto di quanto possa essere pericoloso il loro comportamento. Ho visto un video scioccante che ha postato Farmacia Serra Genova
e ho letto i post di Flavia vere mamme di Barbara mammafelice e Di Silvia e Serena di Genitori crescono e ho deciso di contribuire alla campagna di sensibilizzazione con questo post...e col bannerino permanente...

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento